SANDALIA SUSTAINABILITY FILM FESTIVAL_I FILM VINCITORI

Premio Miglior Film Documentario

Messages from the end of the World, documentario di Matteo Born (Switzerland) Per la maestria con cui vengono alternate immagini fortemente suggestive e l’esperienza del viaggio raccontata dagli stessi ragazzi, su un tema così importante oggigiorno più che mai, quale è quello dei cambiamenti climatici e il surriscaldamento della terra.

eq-aequo con:

“ANI – Le monache di Yogen Gar”, documentario di Eloise Barbieri ( Italia )

Per il piacevole stile narrativo dalle immagini attente che portano dentro il mondo del Buddismo Tibetano vissuto nella pratica dalle monache.

e con:

Manchar the last of the Lake People”,documentario di Aftab Abbasi ( Pakistan )

Per le suggestive immagini naturalistiche, riprese anche con il drone, e l’eleganza con cui si evidenzia l’importanza della difesa della Biodiversità.

Premio Miglior Sostenibilità ( Best Sustainability )


Arctic Velonaut”, documentario di Tamara Sushko ( Sweden ) Focalizza il tema della sostenibilità attraverso il risparmio energetico documentando il viaggio di un uomo con un prototipo di macchina a pedale adatta a viaggiare sulla neve.

ex aequo con:

Rizoma”,documentario di Alejo Estraban ( Argentina )
Per l’efficacia nel raccontare in breve tempo una storia di agricoltura organica andina portata avanti da quattro giovani che riescono a ricreare un’economia locale circolare e sostenibile .

Premio Miglior Docu-Fiction

Be water”,docu-fiction di Franco Selles e Gabriel Aranguiz ( Chile )Con una narrazione poetica e immagini suggestive si raggiunge lo scopo di portare consapevolezza sul senso dell’Esistenza.

ex-aequo con:

Sciamu”,docu-fiction di Valerio Manisi e Redi Hoxha ( Italia )

Con spiccato senso artistico multicanale evidenzia le gravi conseguenze dell’inquinamento industriale in Puglia

Premio Miglior Film d’Animazione

Pet Men”,animazione di Marzieh Abrarpaydar ( Iran )
Realizzato partendo da bellissimi disegni, con sarcasmo fa riflettere sul rapporto dell’uomo con gli animali.

ex-aequo con:

Abyss di Sami Kaka”, animazione di Sami Kaka ( Iraq )
Con un bellissmo stile fumetto bianco-nero si riesce a trasmettere la sofferenza di coloro che scappano dalla guerra.

e con:

Uno strano processo”,animazione di Marcel Barelli ( Switzerland )

Con grande maestria nell’utilizzo di una tecnica mista disegni-fotografie-video e di una voce narrante fuori campo, porta a riflettere sul tema dell’alimentazione basata sull’uccisione di animali.

Premio Miglior Cortissimo

Full Petrol Jacket”, animazione di di Hermes Mangialardo ( Equador)

Con tecnica stop motion, ritmo e ironia, si ottiene una denuncia ambientale sulla deforestazione in Equador.

Premio Miglior Film delle Scuole

Buscadores de Plantas/ Plantas Channel”,documentario realizzato dagli alunni del 4° e 5° anno della Scuola della Sostenibilità n°12 di Mar Chiquita, con la regia di Matias Trapiella e Santino Schrotlin ( Argentina )
Per l’efficacia e lo stile con cui i ragazzi divulgano le conoscenze sulle erbe spontanee commestibili.

Premio Miglior Film sui nuovi modelli di Economia Circolare

Rizoma”,documentario di Alejo Estraban, ( Argentina )
Per l’efficacia nel raccontare in breve tempo una storia di agricoltura organica andina portata avanti da quattro giovani che riescono a ricreare un’economia locale circolare e sosteniblie .

Premio Miglior Film sui Consumi Consapevoli


HOA – Storia di una guaritrice”, documentario di Marco Zuin ( Italia )
per il tema trattato, su una guaritrice in Vietnam che passa alla figlia le sue conoscenze tradizionali sulle proprietà curative delle piante locali, le loro modalità di raccolta e di utilizzo per la cura della salute con prodotti naturali alla portata di tutti.

Premio Miglior Film sulle Comunità Intenzionali: Ecovillaggi e Cohousing

Utopia in green” documentario di Urban Zorko e Marco Kumen ( Slovenia )

Interessante per come trasmette i dettagli dell’organizzazione di una Comunita’ Intenzionale basata sulla Sostenibilità.

Premio Miglior Film sui veleni utilizzati in agricoltura

NBT – I nuovi OGM” documentariodi Danilo Licciardello ( Italia )

Per la denuncia degli effetti dei prodotti da “genome editing”, effettuata con rigore scientifico e riprese molto belle dell’ambiente rurale.

ex-aequo con:

Time of adaptation” documentario di Frank Lenglet e Simon Lecase ( France )

Per la denuncia dell’uso dei pesticidimacro immagini molto belle.      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *